Calciomercato: l’Inter vola a Londra per Lukaku. Lazio, visite mediche per Lazzari

Calciomercato: l’Inter vola a Londra per Lukaku. Lazio, visite mediche per Lazzari

I movimenti delle altre / Ecco come si stanno muovendo sul mercato le altre squadre

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

LAZZARI

Come noto, Manuel Lazzari sta per firmare il suo nuovo contratto con la Lazio di Claudio Lotito. In mattinata le visite mediche presso la clinica Paideia, poi l’ufficialità del trasferimento dalla SPAL: inizia così l’avventura in biancoceleste per l’esterno destro italiano.

1 Commenta qui
  1. barbutun - 3 mesi fa

    In una pausa dagli shampoo trovo sul Sole24ore questo interessante articolo di cui riporto l’incipit: “Si gonfia la bolla nei bilanci del calcio italiano. La bolla delle plusvalenze del calciomercato nella stagione sportiva terminata a giugno 2018 è aumentata da 749 a 777 milioni di euro per l’intero calcio professionistico (serie A, B e C). Per oltre il 90% è costituita dalla serie A, nella quale le plusvalenze sono aumentate da 693,4 a 713,1 milioni. Erano 376 milioni nell’esercizio chiuso a giugno 2016.
    È una bomba a orologeria, perché l’aumento dei valori dei giocatori nelle compravendite (spesso pagati con la cessione di altri calciatori) e quindi l’incremento delle plusvalenze gonfia i costi nei bilanci, attraverso l’appesantimento degli ammortamenti. La voce ammortamenti e svalutazioni è aumentata da 696 a 777 milioni per l’intero calcio professionistico, per la serie A da 628,7 a 712,6 milioni, lo stesso valore delle plusvalenze.
    La fotografia dei conti è nel ReportCalcio 2019, curato dalla Figc in collaborazione con Arel e PricewarerhouseCoopers (PwC), presentato ieri al Senato.(di Gianni Dragoni per il Sole24ore)”
    C’è plusvalenza e plusvalenza però. Ovviamente non si fa riferimento a qualche squadra, ma ricordo un articolo di Paolo Ziliani sulle stupefacenti cessioni a prezzi irreali di Audero (20 ml) Mandragora (mi pare sui 10) e Sturaro (18!!!). Ovviamente è il Chievo ad aver pagato per un sistema che pare ben radicato nel calcio italiano che, tuttavia, “eliminando le plusvalenze nette emerge che la perdita totale effettiva è stata di -776 milioni (-698,9 milioni l’anno precedente, -590,8 milioni al 30 giugno 2016)”.
    Non esattamente conti in ordine se i debiti sono il 120% dei ricavi.

    Scusate se l’ho postato qui ma non c’era uno spazio di discussione adatto.
    Ora manicure 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy